Blog

Perché la sicurezza non è un optional

Creare una password da un acronimo di una frase

L'eterna sfida di chi deve scegliere una buona password, è quella di creare una combinazione che sia al tempo stesso difficile da indovinare ma facile da ricordare.

Nella password non si dovrebbero utilizzare parole di senso compiuto del tipo "lamiapassword123" ... "pippo101207" ... "thefinalcountdown", e nemmeno utilizzare con la (sola) tecnica delle sostituzioni, come ad es. "lami@p@55w0rd123", in quanto queste soluzioni sono poco efficaci e facilmente vulnerabili.

Gli hacker infatti, hanno collezionato negli anni tutto un dizionario creato da termini comuni e dalle loro sostituzioni, che possono utilizzare in un attacco nel cercare di scoprire la nostra password.

Dunque come fare? Sembra quasi una missione impossibile, come in effetti lo è, ma con qualche suggerimento e con la pratica vedrai che ci si può riuscire agevolmente.

Fare l'acronimO di una frase

Password acronimo

Una password complessa potrebbe essere T6'ncGxm.
Purtroppo, nonostante la sua breve lunghezza, risulta comunque difficile da memorizzare perché non trova appigli nella nostra mente.
Il nostro cervello cioè, non riesce a catalogarla agevolmente perché non corrisponde alla logica della parola e delle immagini a cui siamo abituati.

Che succede se invece ti propongo di ricordarti di un verso di una canzone?
Prendiamo ad esempio l'introduzione della canzone di Modugno (vi starete chiedendo perché proprio questa? Perché mi è venuta da canticchiare mentre scrivevo il post :-))

Tu si' 'na cosa grande pe' mme...

e ne facciamo l'acronimo: T·s·n·c·g·p·m, che ve ne pare?
Se poi provassimo ad aggiungere un po' di scompiglio del tipo T·6(al posto di sei)·'n·c·G·x(al posto di per)·m, cominceremo ad avere una chiave decisamente più complessa (a proposito, vi ricorda qualcosa questa password?).

Certo non bastano 8 caratteri e non si dovrebbe scegliere una frase molto conosciuta, ma è il concetto che voglio passare.

Per aumentare la complessità, potremmo aggiungere un carattere speciale all'inizio o alla fine (o in entrambe le posizioni), e inserire il nome del servizio su cui intenderemo utilizzare la password,

  • es. &T6'ncGxm#GM@il per Gmail
  • oppure B@nka&T6'ncGxm# per l'accesso in banca.

Bisogna solo ricordarsi: la frase + i caratteri speciali + la sigla del servizio.

All'inizio ci vorrà sicuramente un po' di sforzo in più, ma ti posso assicurare che con la pratica e soprattutto digitando ogni volta la password, al posto di fare un semplice copia ed incolla da un foglio di testo, l'impegno per ricordarla sarà sempre meno oneroso.

<< Torna alla pagina precedente

I cookie ci permettono di offrirvi i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi accettate automaticamente l'uso dei cookie.  Accetta